informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 7 vantaggi dell’avere una laurea in ingegneria informatica

Commenti disabilitati su I 7 vantaggi dell’avere una laurea in ingegneria informatica Studiare a Udine

La continua evoluzione del settore tecnologico e del mondo informatico determinano l’esigenza di affidare la gestione dei relativi aspetti tecnici a professionisti qualificati; ecco perché in questo post analizzeremo i vantaggi dell’avere una laurea in ingegneria informatica.

La richiesta professionale proveniente dai vari settori del mercato che utilizzano sistemi informatici, praticamente tutti, ha determinato un gap con la reale disponibilità di profili qualificati.
Tale discrepanza si traduce in ottime opportunità di impiego e di carriera per chi decide di specializzarsi e di acquisire una preparazione attuale nell’ambito dell’ingegneria informatica.

I vantaggi di una laurea in ingegneria informatica

Prima di analizzare i motivi principali per i quali conviene laurearsi in ingegneria informatica è necessaria una piccola precisazione finalizzata ad evitare la confusione che spesso si genera intorno alle facoltà di ‘informatica’ e di ‘ingegneria informatica’.

L’indirizzo informatico si focalizza sui linguaggi di programmazione per cui su nozioni logico-matematiche.
L’indirizzo ingegneristico-informatico, oggetto del nostro post, prevede un’impostazione didattica finalizzata a erogare le competenze per progettare sistemi informatici e allo stesso tempo per risolvere problematiche di natura ingegneristica.

Chiarite le finalità didattiche dei due indirizzi di studio, simili ma non troppo, passiamo ai vantaggi legati al conseguimento di una laurea in ingegneria informatica.

1 – Formazione multidisciplinare

Il percorso universitario rivolto agli ingegneri informatici è impostato sulla tradizionale formula 3+2.

In linea generale i programmi degli atenei italiani sono accomunati da un approccio multidisciplinare, che garantisce agli studenti una professionalità trasversale e versatile, spendibile in numerosi ambiti del mercato.

L’orientamento professionalizzante del programma di studi è il punto di forza del corso di laurea in ingegneria informatica erogato dall’università telematica Niccolò Cusano.

La facoltà prevede l’approfondimento di argomenti che trovano un forte riscontro applicativo a livello pratico-operativo.
Si parte quindi dalle basi della matematica, della fisica e dell’analisi per arrivare a materie specifiche dell’ingegneria e dell’informatica quali ad esempio i linguaggi di programmazione, l’ingegneria del software e gli algoritmi per i Big Data.

L’ingegnere informatico possiede le competenze per progettare e realizzare sia componenti hardware che applicazioni software.
Un profilo qualificato può inoltre occuparsi della configurazione/gestione dei sistemi di rete

Entrando maggiormente nel dettaglio, un ingegnere informatico può scegliere di specializzarsi in maniera specifica nell’ambito dello sviluppo dei software oppure degli hardware.

A seconda delle personali attitudini, della formazione o delle esigenze lavorative può occuparsi della programmazione dei sistemi informatici (software) oppure delle componenti fisiche dei sistemi operativi (hardware).

L’ingegnere del software (Software Engineer) si occupa quindi di programmare e sviluppare sistemi gestionali, applicazioni mobile, sistemi embedded, software destinati alla Business Intelligence, videogiochi, sistemi per l’automazione industriale e soluzioni per siti web.

L’ingegnere dell’hardware (Hardware Engineer) si occupa della progettazione delle componenti necessarie per consentire al software di svolgere le proprie funzioni.
In particolare un ingegnere specializzato nella parte hardware dell’informatica sviluppa computer e relativi componenti quali ad esempio schede elettroniche, circuiti, microprocessori e chip.

Entrambi i profili si occupano di quella che viene definita ‘integrazione tra software e hardware’.
In altre parole, il software engineer deve essere in grado di modificare e/o aggiornare il software affinché funzioni su un determinato hardware; allo stesso tempo l’hardware engineer deve essere in grado di modificare le componenti hardware affinchè consentano il corretto funzionamento dei software.

2 – Corsi di studio orientati al mondo del lavoro

I corsi di laurea in ingegneria informatica erogati dalla Niccolò Cusano attraverso la modalità del Percorso Eccellenza vantano programmi spiccatamente orientati alle esigenze del mondo del lavoro.

Tra i plus dei piani di studio del triennio e del biennio magistrale le numerose esperienze pratiche, che attraverso stage, tirocini e attività di laboratorio consentono di applicare operativamente gli insegnamenti teorici.

Il corso di laurea in ingegneria informatica attivato dall’università di Udine consente quindi di acquisire una professionalità fortemente orientata al mercato e alle relative esigenze.
Si tratta di un indirizzo di studi che permette di allinearsi professionalmente alle attuali esigenze di innovazione, che interessano ormai ogni settore professionale.

3 – Buona percentuale di occupazione post-laurea

Per comprendere le reali potenzialità di una specializzazione nel campo dell’ingegneria informatica riportiamo di seguito qualche ‘numero’ relativo al tasso di occupazione.

È risaputo che l’ingegnere informatico risulta essere una delle figure professionali più richieste sul mercato.
Il trend relativo alla richiesta professionale è in costante crescita ormai da qualche anno; senza contare il fatto che le stime prevedono per il futuro un’ulteriore impennata che riguarderà il settore dell’IT e non solo.

Secondo le analisi statistiche effettuate da AlmaLaurea i laureati in ingegneria trovano lavoro in tempi brevi, con contratti a tempo indeterminato e retribuzioni mensili più alte della media italiana.

Entrando maggiormente nel dettaglio i dati mettono in evidenza un quadro occupazionale positivo per gli ingegneri informatici: la percentuale di occupazione ad un anno dal conseguimento di una magistrale è pari al 93.5%, di cui:

  • Il 2,5% come liberi professionisti/imprenditori
  • Il 56,6% con contratto a tempo indeterminato
  • Il 25,1% con contratti formativi
  • Il 13% con contratti a tempo determinato
  • L’1,8% con contratti part-time
Credits immagine: DepositPhoto.com/bloomua

4 – Opportunità lavorative in svariati settori

Uno degli aspetti più interessanti legati al possesso di una laurea in ingegneria informatica è la possibilità di accedere ad opportunità lavorative in svariati settori del mercato.
Come anticipato in precedenza si tratta di una specializzazione trasversale, le cui competenze possono essere spese in numerosi ambiti.

Entriamo maggiormente nel dettaglio e cerchiamo di analizzare quali sono in concreto gli impieghi a cui può accedere un ingegnere informatico.

In linea generale un professionista esperto di informatica può lavorare come analista di sistemi informatici, come progettista e sviluppatore di software, reti e sistemi informatici multimediali.

Tra i contesti in cui più facilmente può inserirsi rientrano quelli dell’industria meccanica ed elettromeccanica.
Buone opportunità anche nell’ambito degli enti pubblici.

Per quanto riguarda i cosiddetti ‘settori trasversali’ segnaliamo quelli della sicurezza informatica, dei Big Data e dell’industria 4.0.

Concludiamo con il campo della ricerca, che attualmente risulta particolarmente attiva negli ambiti del cloud computing, dell’intelligenza artificiale e della realtà virtuale.

5 – Sviluppo di soft skills importanti

Tra i vantaggi dell’avere una laurea in ingegneria informatica rientra lo sviluppo di importanti abilità personali, ovvero di quelle che oggi vengono chiamate ‘soft skills’.

Le cosiddette competenze trasversali sono oggi fondamentali in qualsiasi contesto lavorativo, al pari delle competenze tecniche, in quanto caratterizzano e definiscono il modo in cui ci si pone in un contesto lavorativo, rispetto agli altri e rispetto alle situazioni e/o alle problematiche da affrontare.

Problem solving, resistenza allo stress, capacità di adattamento, precisione, propensione a lavorare in gruppo e capacità di organizzazione e pianificazione sono tra le più rilevanti sul curriculum di un ingegnere informatico.

6 – Possibilità di lavorare all’estero

L’ingegneria informatica è una materia che viene applicata in ormai tutti i settori del mercato professionale.
La buona notizia è che la professionalità è spendibile non soltanto in Italia, ma in tutto il mondo; un dettaglio che amplia notevolmente gli orizzonti occupazionali.

Per chi ama viaggiare e per chi desidera intraprendere una carriera internazionale la specializzazione garantisce un ottimo trampolino di lancio.

7 – Gratificanti soddisfazioni economiche

Come accennato nel paragrafo relativo al tasso di occupazione, l’ingegnere informatico percepisce uno stipendio medio di 36.000 euro all’anno, che diventano 1.850 euro netti al mese.

Si parte da un minimo di 25.000 euro lordi per arrivare a cifre che si aggirano intorno agli 87.000 euro lordi l’anno.

La retribuzione dipende, ovviamente, dalla mansione, dal livello di anzianità e dalla professionalità dell’ingegnere.

Credits immagine: DepositPhoto.com/garagestock

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali