informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Medicina convenzionale o alternativa? Ecco le differenze

Commenti disabilitati su Medicina convenzionale o alternativa? Ecco le differenze Studiare a Udine

Tra gli argomenti che animano i dibattiti di esperti e profani della materia si pone un dilemma annoso: medicina convenzionale o alternativa?

Per quanto la medicina tradizionale abbia fatto passi da gigante nell’ambito della cura di molte patologie, l’esigenza di comprendere l’origine dei disturbi per cercare soluzioni terapeutiche diverse, alternative ai ‘classici’ farmaci, è sempre più forte.

Tra correnti di pensiero totalmente opposte, tra chi sostiene la validità di una piuttosto che l’inefficacia dell’altra esiste una sola certezza: la confusione che si è creata intorno alle due tipologie di approcci curativi.

È importante fermarsi per un attimo a riflettere sui dati statistici, che rivelano una tendenza piuttosto significativa, a livello mondiale, ad affidarsi alla la medicina non convenzionale.

Nel XXI secolo la medicina non può concentrarsi soltanto sulla malattia e sulla prescrizione di trattamenti ma deve porsi come priorità la salute della persona a 360 gradi.

Il focus deve quindi essere spostato sulla prevenzione, sul rafforzamento delle difese immunitarie e su stili di vita e regimi alimentari corretti.

Ecco perché, sulla scia di un’esigenza comune, sono stati attivati numerosi master in farmacia, corsi post-laurea di specializzazione orientati alle ‘terapie olistiche’.

Medicina convenzionale: caratteristiche e approcci terapeutici

La medicina tradizionale, o convenzionale che dir si voglia, mira principalmente ad eliminare i sintomi di una malattia, senza preoccuparsi delle relative origini.

In Italia è considerata la medicina ufficiale, in quanto è basata sui trattamenti che nel corso del tempo sono stati validati da studi clinici, e la cui efficacia è riconosciuta universalmente.

Si tratta quindi di una medicina razionale; è definita ‘allopatica’ in quanto utilizza sostanze di sintesi chimica che provocano effetti contrari a quelli causati dalla malattia.

Medicina non convenzionale: definizione e peculiarità

Prima di addentrarci nell’ambito delle peculiarità delle medicine non convenzionali è d’obbligo una breve premessa, per contestualizzare il discorso e per cercare di dare una risposta al quesito ‘medicina convenzionale o alternativa?’

Alcune problematiche di salute sono causate da stili di vita errati, come può essere ad esempio l’abitudine a consumare eccessive quantità di alcol, caffé e cibi poco salutari, oppure l’assunzione di droghe, o ancora l’eccessiva sedentarietà.
La cronicità di alcune patologie dipende quindi dalle scelte sbagliate fatte dallo stesso paziente, per cui può essere prevenuta, e in alcuni casi risolta, senza l’assunzione di farmaci tradizionali.

Sul sito Wikipedia la definizione di medicina alternativa è la seguente:

“Con il termine medicina alternativa si fa riferimento a un variegato e non omogeneo sistema di pratiche contro varie patologie per le quali non esiste prova di efficacia o, se sono state sottoposte a verifica sperimentale, è stata ravvisata l’inefficacia e per talune di esse anche la pericolosità. Per tali motivi non vengono ricomprese nell’alveo della medicina scientifica che le relega prertanto nell’ambito delle pseudoscienze.”

Con l’espressione ‘medicina non convenzionale’ si fa riferimento a tutte quelle terapie che non rientrano nella medicina ufficiale.

Si tratta di approcci terapeutici che hanno in comune una visione olistica dell’organismo, ovvero una visione unitaria che include corpo e psiche.
Le terapie alternative si basano su cure che tengono in considerazione anche l’aspetto psicologico del paziente; in particolare mirano a risolvere il disturbo partendo da un’accurata anlisi del corpo e della psiche.

Sintetizzando le differenze tra medicina convenzionale e medicina alternativa possiamo dire che la prima si focalizza sulla guarigione del corpo mentre la seconda si concentra sull’equilibrio di corpo e anima.

Le principali tipologie di medicina non convenzionale sono:

  • Omeopatia
  • Naturopatia (fitoterapia, aromaterapia, ecc.)
  • Ayurvedica
  • Agopuntura
  • Medicina del corpo (yoga, riflessologia, shatsu, ipnosi, pranoterapia, chiropratica, tai chi, ecc.)

Analizziamo brevemente le più utilizzate.

Omeopatia

Per secoli considerata una pratica eretica rispetto alla medicina tradizionale, l’omeopatia rientra tra le terapie convenzionali più utilizzate per cui si pone al centro di un annoso dibattito.
Da un lato ci sono i ‘supporters’, che sostengono che l’omeopatia stimola le difese naturali dell’organismo, e dall’altro ci sono gli scettici che attribuiscono l’efficacia dei rimedi omeopatici ad un mero effetto placebo.

L’omeopatia si basa sul principio ‘similia similibus curantur’ secondo il quale una malattia può essere curata con un rimedio che provoca i medesimi sintomi della malattia stessa.

Per essere efficace la sostanza attiva deve essere presente nel rimedio in quantità estremamente diluite.

Fitoterapia

La fitoterapia è una medicina alternativa basata sull’utilizzo di piante ed estratti di piante, che a seconda dei casi possono essere efficaci sia in fase di prevenzione che come cura vera e propria.

Pur essendo basata sui medesimi principi della medicina convenzionale, la fitoterapia utilizza esclusivamente rimedi di origine vegetale.

L’OMS definisce le fitomedicine “i prodotti medicinali finiti, provvisti di etichetta, che contengono come principi attivi esclusivamente delle piante o delle associazioni di piante allo stato grezzo sotto forma di preparati.”

Chiropratica

Concludiamo il post con la chiropratica, un’altra tipologia di medicina non convenzionale basata sulla manipolazione della colonna vertebale.

La pratica viene utilizzata sempre più frequentemente nell’ambito delle problematiche relative alla funzionalità del sistema nervoso.

Secondo gli esperti in materia la chiropratica risulta efficace nei casi di mal di schiena, mal di testa, dolori al collo, dolori alla spalla, allergie e dolori agli arti.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali