informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 5 errori più comuni tra gli studenti di scienze motorie

Commenti disabilitati su I 5 errori più comuni tra gli studenti di scienze motorie Studiare a Udine

Se sei affascinato dal settore sportivo e stai pensando di iscriverti all’università per specializzarti ma i dubbi ti assalgono, ti consigliamo di leggere questo post, nel corso del quale cercheremo di chiarirti le idee analizzando gli errori più comuni tra gli studenti di scienze motorie.

Trascinati da una forte passione per lo sport e attratti da un settore estremamente dinamico, e in certi casi anche piuttosto ‘sfavillante’ e redditizio, tantissimi giovani decidono di trasformare la passione in un lavoro.

Molti decidono di intraprendere un percorso universitario senza davvero conoscere le caratteristiche della facoltà, le potenzialità di una laurea e le eventuali difficoltà.

Intorno alla facoltà di scienze motorie ruotano tantissimi luoghi comuni e falsi miti, che generano confusione e in alcuni casi aspettative che trovano scarso riscontro nella realtà.

Scienze motorie: 5 luoghi comuni sulla facoltà

Per evitare che la scelta della facoltà di scienze motorie si basi su presupposti sbagliati, ovvero su quelle credenze incentrate su una scarsa conoscenza del percorso universitario, in questo post l’università di Udine Niccolò Cusano ha raccolto i 5 falsi miti più comuni che riguardano l’indirizzo di studi.

1 – Si studia poco

È tendenza comune considerare la laurea in scienze motorie facile da conseguire. Molti giovani neo-diplomati la scelgono perché convinti che si tratti di una facoltà dove si studia poco.

Si tratta di un falso mito che mette le matricole di fronte ad una realtà completamente diversa.

A differenza di quello che potrebbe sembrare il percorso di studi universitario non è strutturato sulla base di un susseguirsi di divertenti attività pratiche e sportive.
Si tratta di una facoltà impegnativa, caratterizzata da un piano di studi articolato e variegato.

2 – Programma di studi focalizzato sullo sport

Il piano di studi della facoltà di scienze motorie, a differenza di quello che erroneamente si pensa, non è incentrato esclusivamente sullo sport.

Il programma prevede l’approfondimento di discipline che riguardano i vari aspetti del movimento, per cui affronta lo sport nel senso più ampio del termine.

Nel dettaglio, il triennio fornisce le basi relative agli aspetti biologici e fisiologici dell’esercizio fisico e le basi psico-pedagogiche e sociali dell’educazione motoria.

Il biennio magistrale, invece, mira a sviluppare nei corsisti competenze biomediche, psicopedagogiche, sociali e giuridiche, che si aggiungono a conoscenze approfondite relative alle metodologie di allenamento delle principali categorie sportive.

A materie quali anatomia, biologia, pedagogia, attività motoria di base e adattata, traumatologia, medicina dello sport e farmacologia si affiancano discipline che approfondiscono il diritto dell’ordinamento sportivo, la psicologia dello sviluppo, l’informatica e il marketing dello sport

3 – Unico sbocco: insegnante di educazione fisica

Nell’immginario collettivo il laureato in scienze motorie è in automatico un insegnante di educazione fisica. L’insegnamento è considerato lo sbocco naturale della specializzazione universitaria.

Per quanto la laurea sia propedeutica all’insegnamento, le potenzialità del titolo non riguardano soltanto l’ambito scolastico, ma al contrario sono spendibili in svariati contesti professionali.

Come si può facilmente evincere dal programma di studi e dalle relative materie analizzate nel paragrafo precedente, il laureato in scienze motorie possiede competenze e conoscenze per lavorare nelle palestre, nei centri fitness e in tutte le altre tipologie di strutture sportive, sia pubbliche che private. Può ricoprire il ruolo di istruttore tecnico sportivo, organizzatore di eventi, isruttore di discipline sportive non agonistiche, personal trainer, preparatore atletico, allenatore sportivo nel settore dello sport di competizione.

Il know how acquisito attraverso il percorso universitario consente inoltre di operare nell’ambito delle prevenzione e dell’attività motoria destinata a soggetti diversamente abili, ma anche nei contesti che si occupano di chinesiologia e negli ambiti che riguardano le risorse umane.

4 – Abilita alla professione di fisioterapista

Uno degli errori più comuni tra gli studenti di scienze motorie riguarda la convinzione che la laurea abiliti alla professione di fisioterapista.

Per quanto i campi di azione siano vicini, spesso paralleli, la fisioterapia richiede un percorso formativo diverso.
Si tratta di una specializzazione che rientra nell’area delle lauree medico-sanitarie per cui l’abilitazione passa necessariamente attraverso il conseguimento di un differente titolo di laurea.

Il laureato in scienze motorie può eventualmente scegliere di intraprendere il percorso di studi idoneo, e tentare l’accesso al corso di laurea in fisioterapia, sfruttando la possibilità di convalidare alcuni esami già sostenuti.

5 – Richiede l’obbligo di frequenza

Concludiamo con una falsa credenza che riguarda la modalità didattica del corso di laurea in scienze motorie.

La natura pratica di alcune attività didattiche induce a pensare che si tratti di una facoltà da frequentare necessariamente in presenza.
La realtà dei fatti smentisce totalmente il luogo comune. L’università Niccolò Cusano ha recentemente attivato un percorso di studi in scienze motorie innovativo eversatile, denominato Percorso Eccellenza.
Si tratta di una modalità formativa basata sulla metodologia e-learning, ovvero sulla formazione a distanza, che unisce alla praticità dell’apprendimento online un supporto personalizzato e costante allo studente.

Per i più scettici: il titolo di laurea rilasciato da Unicusano è perfettamente valido e riconosciuto a tutti gli effetti di legge, per qui equiparato a quello delle università tradizionali.

Se desideri ricevere ulteriori info e dettagli sui corsi online della Niccolò Cusano non esitare a contattarci attraverso il form che trovi cliccando qui!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali