informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come avere più energia per studiare? 7 consigli da seguire

Commenti disabilitati su Come avere più energia per studiare? 7 consigli da seguire Studiare a Udine

Se ti stai domandando come avere più energia per studiare allora sei capitato sulla pagina giusta.

La condizione di studente, se non gestita nel modo adeguato, può determinare situazioni di stress e ansie; ecco perché bisogna imparare a studiare, ovvero impostare un metodo di studio che oltre a tecniche e strumenti includa anche una serie di buone abitudini.

Come ritrovare energia: i consigli per lo studente

In questo post l’università telematica Niccolò Cusano di Udine intende fornire agli studenti qualche suggerimento utile per migliorare l’approccio allo studio.

Dall’alimentazione fino ad arrivare alla motivazione ecco 7 consigli per migliorare l’apprendimento ed evitare la fastidiosa sensazione di stanchezza fisica e mentale.

1 – Alimentazione sana

Molti pensano che mangiare bene significhi fare una dieta per dimagrire e/o mantenersi in forma.

In realtà l’alimentazione, oltre ad influire sul fisico, ha effetti anche sulla mente, e di conseguenza anche sulle performance cerebrali.

Mangiare sano, in maniera equilibrata, è fondamentale per fornire al cervello il giusto sostentamento per funzionare al meglio.

In questa sede ci limiteremo a dare allo studente soltanto qualche consiglio di carattere generale.

Il primo è quello di non saltare i pasti e, laddove se ne senta la necessità, intervallare quelli principali con degli spuntini ‘sani’.

Un altro presupposto fondamentale per non appesantirsi e rendere difficile l’apprendimento è controllare le porzioni; le ‘abbuffate’ sono assolutamente vietate.

L’ideale è seguire una dieta varia ed equilibrata, composta in maniera preponderante da frutta e verdura.

2 – Attività fisica

L’esercizio fisico fa bene al corpo ma anche alla mente; oltre a consentire di staccare la spina dallo studio permette di scaricare stress, tensioni e preoccupazioni.

Chi già pratica uno sport sicuramente conosce i benefici del movimento; i più pigri invece dovrebbero introdurre nella propria routine da studente qualche ora di esercizio fisico.

Jogging, aerobica o per iniziare anche solo una passeggiata a passo svelto sono attività che permettono di affrontare le sessioni di studio con maggiore energia, sia fisica che mentale.

3 – Riposo

Il cervello, e le relative performance mnemoniche e di comprensione, riesce a rendere al meglio in presenza di determinate condizioni.

Tra le più importanti rientra il riposo, elemento fondamentale per affrontare sessioni di studio più o meno lunghe.

Per ricaricare le energie e per ottenere buoni risultati durante le ore trascorse sui libri è fondamentale riposare bene.

Sono assolutamente da evitare le notti insonni, magari ad intestardirsi su concetti e nozioni che proprio non vogliono saperne di essere comprese e memorizzate.

L’ideale è acquisire una routine che preveda un sufficiente numero di ore di sonno a notte; un numero di ore sufficiente a ricaricare le ‘batterie’ cerebrali.

4 – Svago

Studiare con diligenza è il presupposto fondamentale per avere successo.

Attenzione però, le esagerazioni non sono produttive, nello studio come nella vita in generale.

Sono consentite le lunghe sessioni di studio, in alcuni casi sono addiritttura necessarie, ma attenzione a non andare oltre i limiti del buon senso.
Rimanere per giorni in casa non è il modo migliore per essere produttivi; il cervello, così come il fisico, ha bisogno di riposarsi, di staccare la spina per ricaricarsi.
Ecco perché è importante dedicare qualche ora del proprio tempo allo svago e al divertimento, che si tratti di un aperitivo con un amico o di una passeggiata in centro tra negozi.

La musica: ricarica di energia o sottofondo per lo studio

La inseriamo nel paragrafo dedicato al tempo libero anche se in realtà quello che stiamo per proporre può essere applicato anche alle fasi di apprendimento e/o ripasso.
Stiamo parlando degli effetti benefici della musica.
Per alcuni ascoltare la propria playlist preferita significa ricaricare le energie, per altri significa rilassarsi e per altri ancora può rappresentare un sottofondo per aumentare la concentrazione.

Chiaramente è un discorso soggettivo, sia per ciò che concerne il genere musicale e sia per quanto riguarda il contributo che il sottofondo può eventualmente dare allo studente.

5 – Organizzazione e programmazione

Studiare richiede impegno, non ci stancheremo mai di ripeterlo; ma da solo l’impegno non basta.
Per ottimizzare le energie, ovvero per non sprecarle, bisogna essere ordinati, diligenti e soprattutto organizzati.

L’organizzazione nello studio prevede una programmazione, soprattutto per chi è iscritto ad un corso di laurea e si ritrova alle prese con la preparazione di una serie di esami.

Il consiglio è di suddividere il materiale da assimilare per i giorni disponibili fino alla data in cui è prevista la prova, così da evitare le estenuanti maratone di studio finali.

L’ideale è stilare una sorta di planning, ovvero una tabella di marcia che indichi quotidianamente pagine, capitoli o argomenti da studiare.

6 – Lo smartphone

Il punto numero 6 non fa direttamente riferimento ad una modalità per essere energici ma riguarda un comportamento da evitare per non sprecare tempo ed energie.

Parleremo di un elemento di distrazione piuttosto deleterio: lo smartphone, che i giovani tendono ad avere sempre a portata di mano, sulla scrivania o comunque nelle immediate vicinanze del contesto di studio.

Sono in pochi quelli che riescono ad autoimporsi delle regole e ad evitare quella che comunemente viene identificata come ‘una sbirciatina’ ai social tra un capitolo di Economia aziendale e un concetto di diritto privato.

Dal momento che tutti noi sappiamo bene che la tentazione di rispondere all’amico su Whatsapp o di andare a leggere la notifica arrivata su Facebook è piuttosto forte è preferibile lasciare il cellulare in una stanza diversa da quella dove si studia; e possibilmente in modalità silenziosa.

7 – Motivazione

Concludiamo con un aspetto che risulta fondamentale nello studio come per qualsiasi altra attività che richiede impegno, volontà e qualche piccolo sacrificio: la motivazione.

Tutto parte da un obiettivo e dal desiderio, più o meno intenso, di raggiungerlo in tempi brevi e nel migliore dei modi.

Essere motivati significa, nel caso dello studente universitario, laurearsi il prima possibile per conseguire rapidamente una gratificazione che sia personale e allo stesso tempo economica.

Ora sai come avere più energia per studiare; non ti resta che re-impostare la tua routine quotidiana sulla base dei nostri suggerimenti.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali